OSTEOPATIA

OSTEOPATIA

Per essere in buona salute è necessaria l’integrità e l’efficienza del nostro sistema di regolazione neurologico, ormonale, circolatorio e di una regolare funzionalità e sinergia di tutte le strutture neuro-muscolo-scheletriche e viscerali. L’osteopatia ha lo scopo di favorire le naturali reazioni biologiche che avvengono all’interno dell’organismo, rimuovendo gli “i blocchi” che ne perturbano la corretta funzionalità.

L’affidabilità della manipolazione osteopatica con le sue tecniche e con la sua visione olistica nei confronti del corpo, ricopre un  vastissimo campo metabolico che permette di toccare ambiti in cui le altre terapie (come ad esempio i massaggi o la sola fisioterapia) non hanno successo. Esso, infatti, è particolarmente indicato:

– nelle disfunsioni muscolo-scheletriche:

dolori cervicali, lombari, dorsali, colpo di frusta, lombosciatalgie, distorsioni  caviglie e  ginocchia, sciatalgie, tendiniti, blocchi articolari, contratture, iperlordosi, ipercifosi, artrosi delle articolazioni, protrusioni, ernie discali, discopatie, tendiniti, epicondiliti (gomito del tennista/ golfista), infiammazioni dei tendini della cuffia dei rotatori e periartriti scapolo-omerali, spalla congelata, traumi sportivi, dorso curvo giovanile, tunnel carpale, tunnel di Guyon, borsiti, cervico-brachialgie, dolore lombo-sacrale, dolore al coccige, dolori di origine traumatica, pubalgie, dolori post-chirurgici, dismetrie degli arti inferiori, dito a scatto, tulnel carpale, rigidità e ridotta mobilità articolare, torcicolli, colpi di frusta da tamponamenti stradali, asimmetrie del bacino e della colonna, reumatismi, nevralgie intercostali, problemi alle anche, dolori meniscali, cruralgie, parestesie arti superiori e inferiori, dolore al tallone…..

– nei disordini cranio-sacrali:

emicranie, cefalee (in particolare di origine cervicale, ansiogena, digestiva), problemi visivi, acufeni (ronzii all’orecchio), vertigini, otiti, riniti, nevralgie, dolori retro-oculari, malattia di Mèniere, stanchezza cronica, astenia, disturbi del sonno, ipercinesia, stress psico-emozionali, traumi cranici, disturbi dell’apprendimento, disturbi della concentrazione, problemi post-partum, alterazione del tono dell’umore (stati d’irritabilità, ansia…), disturbi dell’equilibrio.

– nelle affezioni odontoiatriche:

dolori all’articolazione temporo-mandibolare (ATM), dolori all’occlusione, bruxismo (serrare i denti, digrignare), dolori alla masticazione, malocclusioni dentali, dolori all’orecchio e irradiati, blocchi articolari mandibolari in apertura od in chiusura della bocca, traumi facciali, click mandibolari, byte.

– nei disordini viscerali:

colon irritabile, stanchezza cronica, spossatezza, difficoltà digestive, stitichezza (stipsi), reflusso gastro-esofageo, gastriti, irregolarità intestinale, ciclo mestruale doloroso e/o irregolare, cicatrici post-partum, adrenze cicatriziali post-intervento, problemi respiratori, ernie jatali e ombelicali, ptosi viscerali, malposizioni uterine (utero retroverso), asma, dispepsia, problemi circolatori arti superiori ed inferiori, colite, acidità gastrica, flatulenza, meteorismo intestinale.

– nelle affezioni gineco- urinarie: dolori mestruali, incontinenza urinaria, dolori al basso bacino, cistiti, irregolarità del ciclo mestruale (dismenorrea), incontinenza, ipertrofie prostatiche, dolore alla diuresi.

– nei disordini della gravidanza: edema arti inferiori, dolori lombari e inguinali, sindrome del tunnel carpale, lombosciatalgie, problemi digestivi, incontinenza, cefalea, depressione post-partum, alterzione del tono dell’umore, stanchezza cronica, stress, emorroidi, problemi circolatori degli arti superiori ed inferiori, congestioni venose, irritabilità.

– nelle affezioni pediatriche: disturbi del sonno, ritardo psico-motorio, coliche gassose, difficoltà di apprendimento, disturbi della concentrazione, stati di ipercinesia e/o ipocinesia, rigurgiti, problemi digestivi, malocclusioni dentali, torcicollo miogeno congenito, problemi della suzione, otiti ricorrenti, piede equino, scoliosi, riniti, sinusiti.